• Andrea Morucchio
  • The Rape of Venice
  • dal al
  • martedì - domenica, - (chiuso il lunedì)
Inaugurazione:
Mostra prodotta da:
  • Nuova Icona
A cura di:
  • Matteo Bertelè
  • Vittorio Urbani
Project manager:
  • Marco Vidal
Parte di:
  • MUVE Contemporaneo
    Fondazione Musei Civici di Venezia
Con il patrocinio di:
  • Regione Veneto
Mostra prodotta da:
    MAVIVE Parfums Venezia
In collaborazione con:
    Accedemia del Profumo, Milano
    Atelier Fragranze, Milano
Web site: Museo di Palazzo Mocenigo:
  • Santa Croce, 1992 - Venezia
  • Vaporetto n.1, fermata San Stae

The Rape of Venice è il titolo di un'installazione multimediale dell'artista veneziano Andrea Morucchio e parte di MUVE CONTEMPORANEO, l’offerta espositiva legata ai linguaggi dell’arte contemporanea che la Fondazione Musei Civici di Venezia ha programmato per le sue sedi nella stagione della Biennale Internazionale d’Arte di Venezia 2015.

Gli elementi installativi sono una superficie stampata calpestabile che ricopre tutta la pavimentazione, una diffusione sonora, delle proiezioni video e la diffusione di una fragranza.

The Rape of Venice, attraverso la sinergia di una serie di elementi eterogenei per tecnica e linguaggio, porta il pubblico a riflettere sulla condizione attuale della città di Venezia, ovvero il suo declino e la trasformazione da città a parco giochi per milioni di turisti. The Rape of Venice, opera tutt’altro che didascalica o propagandistica, dovrebbe determinare in chi la esperisce, calandosi con empatia nello spazio installativo, sensazioni di sospensione, di instabilità, di smarrimento e nell’osservatore più sensibile anche una conseguente presa di coscienza e di posizione rispetto al tema che ha ispirato il progetto artistico.

Andrea Morucchio

Andrea Morucchio (Venezia 1967) Laureato in Scienze Politiche presso l'Università di Padova, inizia l'attività di fotografo nel 1989. Dalla fine degli anni '90 amplia la propria ricerca linguistica - sovente supportata da riflessioni di carattere politico-sociale - su diversi fronti, dalla scultura all’installazione, dal video alla fotografia, alla performance.

Tra le principali esposizioni personali: Back in Black | scultura . arte digitale . video | a cura di S. Fuso, Ca’ Pesaro, Galleria d’Arte Moderna, MUVE Musei Civici Venezia, 2011; Pulse Red | installazione video | a cura di G. Conti, D. Musella, Outdoors, Fontego dei Tedeschi, Venezia, 2009 ; Verso il Paese dei Fumi e delle Urla | installazione video-audio | Giorno della Memoria, Campo San Bartolomeo, Venezia, 2008; Sri Yantra | installazione video-audio | a cura di M. Riccioni, Notturni Dannunziani, Vittoriale degli Italiani, Gardone, Brescia, 2008; Pulse Red | proiezione luminosa | a cura di A. Fonda, Borders, ricerca multimediale sui confini oggi, Punta della Dogana, Venezia, 2004; Eidetic Bush | installazione video-audio | a cura di N. Frankham, Plimsoll Gallery, Tasmanian School of Art, Hobart, 2003; Le Nostre Idee Vinceranno | installazione video-audio | a cura di V. Baradel, Gemine Muse, giovani artisti nei Musei Italiani, Museo Mocenigo, MUVE Musei Civici Venezia, 2002.

Tra le collettive: Hybrid Body Poetic Body, Venice International Performance Art Week, | installazione videoaudio | a cura di A. Pagnes, Palazzo Bembo, Venezia, 2012; Winning Hearts and Minds, dOCUMENTA (13) | video-audio | a cura di Critical Art Ensemble, Spazio 42, Hauptbahnhof, Kassel, 2012; Glocal 3 | fotografia | a cura di E. Gusella, Centro Culturale Candiani, Mestre, 2012; Krossing-Immaginodromo | fotografia | a cura di O. Casagrande, evento collaterale 53^ Biennale di Venezia, Forte Marghera, Mestre, 2009; Giunglavideo.3 | video | a cura di P. Toffolutti, SPAC, Villa Toppo Florio, Buttrio, 2008; Multiversity | fotografia | a cura di M. Baravalle, Magazzini del Sale, Sale Docks, Venezia, 2008; Dis-orders | video | a cura di M. Baravalle, Fondazione Bevilacqua La Masa, Palazzetto Tito, Venezia, 2006.